HKB Wing Chun a Latina, finalmente!

Wing Chun LatinaDopo anni di richieste, posso tranquillamente annunciare l’arrivo dell’Hek Ki Boen Eng Chun [Black Flag Wing Chun Lodge] a Latina! Ieri, 21 febbraio 2015, si è tenuto il primo seminario ufficiale di presentazione del nostro sistema, davanti ad una platea di venti persone, oltre ai primi neofiti praticanti del gruppo di studio.

A breve, quindi, a seguito dell’ottimo riscontro ottenuto durante e dopo il seminario, il gruppo di studio inizierà a muovere i suoi passi, seguito dai miei Allievi Istruttori e da me personalmente. Cercherò di essere presente il più possibile, per portare in alto il livello del Wing Chun a Latina in pochissimo tempo. Le premesse ci sono!

Ieri ho notato un notevole interesse anche da parte di praticanti di sport da combattimento, che sono rimasti entusiasti del nostro lavoro interno e delle strategie che adottiamo di fronte ad un avversario. Ovviamente è stata chiarita la differenza sostanziale tra allenamento sportivo ed addestramento marziale, pur sottolineando che il nostro lavoro si può tranquillamente portare anche all’interno di uno sport da contatto.

Ringrazio l’Olympia asd per averci ospitato e tutti i praticanti delle altre discipline che si sono fermati a dare un’occhiata o a chiedere informazioni. Credo che il Wing Chun a Latina avrà un futuro davvero roseo! Detto questo, vi lascio con alcune testimonianze…

Ieri ho visto il Suhu farsi prendere a destri nello stomaco da un tipo con 16 anni di full contact alle spalle. Una persona allenata, con parecchi segni di sparring e combattimenti addosso. Nel frattempo Suhu rideva e avanzava costringendo l’altro ad indietreggiare.
Poi ho visto lo stesso tipo sfiorargli la faccia con il tallone e ho pensato: “Cazzo, si è fatto quasi prendere”. Ma non ho visto l’alluce del Suhu che intanto gli era già entrato nell’interno coscia ‘bucandolo’.
Usciti dalla sala il tipo, dolorante, mi ha invitato a toccare la sua coscia: c’era una palla dentro…
Ho visto anche un ragazzo che ha cercato di strozzare il Suhu partendo da una posizione di vantaggio. Riccardo l’ha costretto a mollare la presa con uno schiaffo sulla coscia, nel primo caso, oppure gonfiando il collo come un rospo fino ad annullare la pressione, nel secondo.
Infine ho chiesto a un altro tipo ancora cosa ne pensasse: “Da maestro di Taekwondo direi che mi piace molto”.
Sossoddisfazioni!!!
In realtà la cosa che mi ha impressionato di più è stato il carisma, la forza d’animo nel cominciare un seminario con pochi istruttori e qualche annoiato avventore e trasformarlo in un pomeriggio esaltante. L’unica cosa che non mi convince è l’ingenuità mostrata nel credere che anche ognuno di noi potrà fare quelle cose in un tempo relativamente breve…

Ah dimenticavo: si è fatto anche dare una serie di destri, veri, sul collo. Ripeto: non schiaffetti, DESTRI…

Matteo Marcelli

Grande evento marziale a Latina. Un seminario che in una pillola spiega un intero sistema efficace e a misura d’uomo. Grazie Suhu Riccardo Di Vito.

Andrea Palmisano

Finalmente riesco a spendere due paroline riguardo il seminario di oggi.
Ora come ora, dopo un annetto e mezzo di distanza e di pratica, lo vedo sotto una luce diversa, ma mi sono immedesimato molto nelle domande di alcuni di loro, alla vista di ciò che noi pratichiamo.
Sembrava quasi stessero vedendo delle foto dell’Area51. Un vero spasso…
Sono più che convinto che abbiamo lasciato il segno in ogni persona che ha partecipato, anche solo guardando, ed auguro al futuro istruttore Alessio Bentivegna di tirare su un bel gruppo…di “risorse” ce ne sono lì!
Congratulazioni ovviamente al nostro Suhu, che si è dimostrato all’altezza di fronteggiare/saziare ogni possibile situazione posta dal “pubblico”.
Riesce ad essere esaustivo nello spiegare, senza mai scadere nel noioso, e l’attenzione che prestavano le persone ne è la prova.
Credo che si parlerà molto di noi, anche da quelle parti…
Grazie a tutti gli altri per esser venuti a sostegno della nostra famiglia!

Valerio Andreuccioli

Che dire del seminario di Latina di oggi? Semplicemente fantastico! Personalmente ho cercato di osservare con la massima attenzione il nostro Suhu mentre spiegava tecniche e concetti dell’HKB… Sono rimasto davvero senza parole…la profonda conoscenza della disciplina e delle sue applicazioni, il controllo totale delle dinamiche del corpo, ma soprattutto una serenità e una profonda passione nel condividere quest’arte che non avevo mai visto in nessun altro insegnante… Torno a casa con il triplo della passione e della voglia di imparare e migliorare…non è stata una semplice dimostrazione di arti marziali…è stata (almeno x me) un’autentica lezione di vita…onorato e fortunato di essere in questa grande famiglia!

Gai Jat Pai (spero di averlo scritto bene)!!!

David Folchitto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi