fbpx

Gossip sull’HKB…

Perché l’Hek Ki Boen Eng Chun Pai è costantemente sotto attacco da diversi mesi in Italia? Perché da qualche anno lo è a livello internazionale? Io alcune idee ce le avrei…

Nel panorama del Wing Chun ci son “maestri” che hanno difficoltà a reggersi in piedi, liste di “picchiatori” che non hanno mai picchiato nessuno, ma sono temuti, adorati, strapagati e difesi ad oltranza. Non è isteria di massa questa? Abbiamo storici del nulla, combattenti invisibili, professori e guerrieri che cercano di fare pelo e contropelo ad ogni parola proferita in seno all’HKB. 
Il mondo del Wing Chun è questo, il materiale umano è sostanzialmente questo e per essere seriamente dei professionisti, bisogna subito realizzare che queste sono le dinamiche, quindi è necessario regolarsi di conseguenza. Basterebbe ripercorrere la storia del ‘WingTsun’, con il Castellano che quando fu nominato capo responsabile per l’Europa dall’Allievo segretissimo a porte chiuse di Yip Man (talmente segreto che probabilmente lo stesso Yip Man non se ne era mai accorto…) aveva probabilmente una conoscenza teorica e pratica del Wing Chun molto inferiore a quella dell’ultimo Istruttore di provincia.

Lo sapete quante volte aveva visto l’Allievo segreto per arrivare al VII grado superiore (superiore a chi non s’è mai capito…)? Se non lo sapete, informatevi, non rovinarvi la sorpresa! Purtroppo alle porte del 2014 ci sono ancora persone che pensano ai guerrieri invincibili che hanno “vinto trecento combattimenti senza regole”, con curriculum strepitosi rovinati da un’imboscata risoltasi in un catfight con un signore cinese che ne uscì senza un graffio e senza un occhio nero. Imbarazzante, se si pensa che da questa organizzazione sono discese decine di altre!

Per come stanno andando le cose, credo che il maggior astio parta da quelli che vorrebbero appropriarsi del materiale che insegniamo senza far riferimento a noi. Ci sono fior fior di “grandi maestri” che vivono di rendita con tutti gli studenti, dopo sei mesi di HKB, nonché altri che diffondo in rete le nostre forme, i nostri allenamenti, senza alcuna autorizzazione, pensando di ledere i nostri ‘interessi’. Si tratta proprio del contrario! Non fanno altro che aumentare il grande interesse che stiamo suscitando!

Siamo felicissimi di sapere che molte organizzazioni (alcune più recenti, altre meno) stiano insegnando parti del nostro curriculum, perché significa che hanno riconosciuto il valore del nostro sistema, solo che tentano di dargli un altro nome, per non dover rendere pubblica la provenienza delle informazioni. Va benissimo lo stesso, siamo loro grati, perché se anche solo con quattro cose che sono riusciti a carpire e capire hanno migliorato il loro bassissimo livello, ne siamo onorati!

Quando gli attacchi, poi, derivano da risentimenti personali per problemi sorti nelle menti di alcune persone con problemi molto evidenti, invece, non possiamo fare molto. Non si può né prevedere né prevenire casi del genere, perché ci saranno sempre persone scontente e deluse di qualcosa. Non si può accontentare sempre tutti! E così, ecco che le chiacchiere su internet aumentano, arrivano nuovi account multipli (con evidenti casi di morphing) sui forum nazionali, solo per mettere alla berlina l’HKB. Anche in questo caso siamo grati a tutti questi signori, perché ci dimostrano che l’attaccamento alla nostra Famiglia è così grande che non si riescono a separare guardando avanti, perché si vede che di meglio non si è ancora trovato…

Perché, quindi si fa tutto un chiacchierare e porre attenzione sull’HKB? Alla fine della fiera, se non piace quello che facciamo, non è un problema. Se non piace il modo in cui lo facciamo, non è un problema. Se non piace il modo in cui lo pubblicizziamo, non è un problema. Ci sono centinaia di Maestri, solo in Italia, tantissime organizzazioni, grandi, piccole, medie, familiari, di tutti i tipi. Ci sono davvero tanti tanti tanti lineage diversi, ormai, tradizionali, inventati, riciclati, modificati, originali, pratici, teorici, tutto. Ci sono allenamenti duri, morbidi, solo Chi Sao, niente Chi Sao, niente botte, sparring inclusi o meno. Insomma, c’è tutto.

La crociata di alcuni contro l’HKB ci fa capire ogni giorno di più che la strada intrapresa è quella corretta. Ci sono persone che non vengono dal percorso della arti marziali che si allenano con noi. Ci sono bambini che si allenano con noi. Ci sono tante donne ora che si allenano con noi. Ci sono famiglie intere che si allenano con noi. Ci sono praticanti di lungo corso che praticano con noi. Ci sono Insegnanti di altri sistemi che praticano con noi. Quindi, che dire? ENTUSIASMOOO!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi