fbpx

Energia infinita

Mi è capitato più e più volte di sentirmi dire che ho “energia infinita”. In realtà, dietro quella che potrebbe sembrare una frase tipica dello studente adulatore si nasconde una giusta considerazione, perché nella Maestria sta proprio questa capacità di auto-rigenerazione energetica.

Wing Chun a Roma

Il Praticante di Hek Ki Boen Eng Chun possiede strumenti molto potenti per sviluppare e coltivare l’Energia Interna, la struttura di base su cui si fondano le funzioni fisiche e mentali, che possono essere utilizzate in varie tipologie di manifestazioni esterne.

Nella pratica tradizionale marziale della nostra famiglia la coltivazione del sé avviene per motivi salutari, energetici e spirituali, nella sempre presente partizione di corpo, respiro e mente. Il nostro sistema di Wing Chun è espressione del funzionamento fisiologico del corpo, così come del modo di relazionarsi con il Macrocosmo.

Hek Ki Boen Eng Chun permette di migliorarsi e vivere in funzione degli eventi, a patto che si abbia affinata la percezione del sé. Solo così si potrà coltivare l’esistente e si potrà svolgere una pratica interna degna di questo nome. Senza questo percorso interno, non c’è modo di accedere alla conoscenza profonda.

Il lavoro Interno serve per potenziare le risorse energetiche, per aumentare la coscienza di sé, la percezione dei micro movimenti e, in ultimo, per accedere alla propria essenza, che potrà conseguentemente manifestarsi in senso tradizionale.

La pratica va anche a rinforzare in modo sostanziale il corpo, migliorando tutto lo scorrere dei fluidi (con il corretto Khi Khang – Qi Gong). Per combattere, è necessario prepararsi, per evitare che l’eccesso di lavoro esterno porti il corpo ad indebolirsi, diminuendo le difese immunitarie o andando a danneggiarlo in modo irreparabile.

Non se sia ovvio per tutti che bisogna passare anche attraverso la giusta alimentazione, uno stile di vita sano e attivo, nonché integrare i nutrienti, visto che in quello che mangiamo ci sono sempre meno sostanze utili per il nostro corpo. Bisogna farlo sempre in modo intelligente, ma non se ne può fare a meno.

Nel combattimento, in definitiva, soltanto chi ha risorse imponenti di energia riesce ad usarle attraverso la Vera Intenzione, il Trasferimento di Energia e l’uso corretto della Struttura del Corpo. L’importante è evitare di disperdere l’Energia Interna attraverso il Respiro, l’Ansia o la Volontà di Vincere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi