Difesa Personale Femminile

difesa personale femminileQuali sono i criteri per valutare un corso di difesa personale femminile? Si può capire dove sta la qualità? Si può davvero lavorare sulla prevenzione? Queste sono alcune delle domande a cui cercherò di dare una risposta. Sarà il mio punto di vista, quindi, dopo aver letto, siete liberi di farne quello che volete.

In questo periodo contrassegnato da forte stress ed insicurezza nascono sempre più spesso corsi e programmi di difesa personale femminile in ogni angolo delle città e delle palestre. Addirittura ci sono corsi on line, su dvd e persino libri che insegnano a difendersi. Nel migliore dei casi sono corsi che durano qualche mese, ma spesso di soli due giorni.

La prima cosa da fare è capire che la difesa personale è un’attività motoria completa e complessa, impossibile da imparare in poche ore. Tra l’altro, va detto che la prima base su cui lavorare è la prevenzione ovvero l’ambito psicologico che interviene in una situazione di pericolo.

Nel corso HKB WOMAN EMPOWERMENT lavoriamo sul come comportarsi in situazioni limite, cosa si può e cosa è sconveniente dire o non dire, a seconda dei contesti, le situazioni da evitare e le dinamiche dell’aggressione fisica.

Una volta individuati ed attuati tutti i mezzi e gli strumenti di prevenzione, però, sviluppiamo i programmi per difendersi in una situazione reale. Ogni tecnica va interiorizzata e questo è un processo lungo. Inutile illudersi del contrario. Può essere parzialmente abbreviato, in base alle attitudini o alle esperienze personali, ma richiede comunque del tempo.

Nel corso dei nostri appuntamenti andiamo poi a toccare il tema centrale dello stress, che rappresenta la variabile più influente di tutte nella difesa personale realistica. Durante gli allenamenti, infatti rendiamo gli scenari possibili nel modo più realistico, ricordando sempre alle nostre studentesse che i rischi sono sempre maggiori nei contesti reali e non tutto è prevedibile.

L’importante è non creare false certezze nella mente delle persone. Gli unici ad aver capacità ed abilità sono quelli che frequentano corsi per tanto tempo, con intensità. Con poche ore di lezione, al massimo, si può lavorare sugli aspetti teorici, non certo a relazionarsi di fronte ad un’aggressione reale.

Lo scopo dei nostri corsi di Difesa Personale Femminile è quello di migliorare la reattività delle persone, dare maggiore sicurezza e, soprattutto, lavorare sulla confidenza psicologica. Per gestire una situazione di pericolo a mano nuda ci vuole almeno un anno, mettiamocelo in testa, ma è probabilmente dopo un paio d’anni che si ha una certa efficacia nei colpi e nelle reazioni.

Sulla questione armi da fuoco non entro nemmeno, perché non insegno cose in cui non credo. Abbiamo un settore di lavoro contro quelle da taglio e quelle contundenti, ma non contro le armi da fuoco. Diffidate da chi insegna a difendersi contro uno strumento che in meno di un secondo vi può mandare sotto terra.

Sappiate che non si avrà mai la garanzia di uscire incolumi da situazioni di questo tipo. Dimenticatevi tutti i combattimenti da film, i disarmi e tutto il resto. In una situazione di pericolo il contatto fisico è quasi sempre inevitabile, possiamo solo imparare a gestirlo e a terminare al più presto l’aggressione. In questo contesto, è fondamentale il perché che ci porta ad agire. Senza motivazione, non c’è difesa personale che tenga.

Rispondi

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi