fbpx

Approccio al Black Flag Wing Chun

Sam Chin Sam Tue - 3 stages of learning

Nel percorso di apprendimento della nostra Scuola di Wing Chun (Hek Ki Boen Eng Chun) ci sono approcci totalmente diversi. C’è chi arriva dalla ricerca di un metodo di combattimento efficace e chi si approccia alla ricerca del sé attraverso l’Arte. In entrambe i casi la Via porta a trovare un equilibrio nel corso del tempo, solo per chi ha il coraggio e la pazienza di portare avanti il cammino.

Il percorso di formazione di questa Scuola di Wing Chun mira al raggiungimento del proprio potenziale sia in termini di capacità di combattimento, sia in termini di capacità psico-fisiche, andando a rimuovere i condizionamenti sovrastrutturali: parliamo di un sostanzioso risveglio.

Il Black Flag Wing Chun parte da un’osservazione della realtà, perché è importante capire da dove si parte. In questa fase si fa un’esplorazione attraverso la percezione di sé con sistemi tradizionali come Sam Chian Po. Si comprende, col tempo, come si è, si analizzano i blocchi, i ristagni, i problemi personali irrisolti che caratterizzano il sé più profondo.

Chi compie la scelta di cambiare è conscio di intraprendere un cammino arduo verso la sofferenza ed il dolore, perché bisogna ripristinare uno stato di rilassatezza perso nel tempo ed a causa delle cattive abitudini quotidiane. Si tratta di una vera e propria Trasformazione del sé, che pochi hanno il coraggio di affrontare.

Lo sviluppo del sé attraverso la corretta pratica conduce verso il benessere solo se si sviluppa la comprensione dei canali energetici e dei relativi blocchi. In questo caso, quindi, si lavora sullo sblocco degli eventuali ristagni, andando a fluidificare i movimenti e lavorando intensamente sul rilassare la muscolatura. Solo in questo modo si può percepire il corpo ed i suoi movimenti interni.

Sam Chan Po

Bisogna aprirsi totalmente affinché si percepisca il distacco di ogni singolo distretto corporeo, allontanandosi dalle emozioni, dai ruoli e dalla forza bruta. Attraverso il Black Flag Wing Chun si può vivere pienamente il principio della “non interferenza”, del “distacco” e del “qui e ora”. Questi concetti, tanto ripetuti quanto poco compresi, fanno sì che il praticante viva la propria natura, senza preoccupazioni, ansie e paure.

Tutto quello che avviene tra Cielo e Terra non è altro che una manifestazione del cambiamento ed è per questo che una corretta pratica marziale tradizionale come la nostra può aiutare a vivere in modo migliore ogni stadio di questi mutamenti, senza particolari paure, come semplice ingranaggio all’interno del Macrocosmo.

Questo percorso energetico dell’Hek Ki Boen Eng Chun Pai si basa sulla scoperta e sulla conseguente consapevolezza della gestione del Qi e dell’utilizzo del flusso per evitare che l’avversario possa intaccare l’equilibrio microcosmico.

La maggiore o minore consapevolezza della propria energia e del proprio stadio della pratica caratterizza la differente sofferenza durante il combattimento così come negli esercizi base, come i Kiao Jiu. Il ristagno energetico crea dolori, lividi, piccole formazioni sottocutanee e tanti altri effetti collaterali, che diminuiscono durante il percorso.

Il blocco fisico ed il ristagno del Qi sono i simboli della difficoltà dell’essere e dell’agire, quel sentimento di impossibilità che porta alla conseguente resa di chi non vuole combattere contro se stesso. Spesso i blocchi nascono dal rapporto che il praticante ha con la società e con l’ambiente circostante. La pratica richiama conflitti interiori, disarmonie nel sentire e il disordine della circolazione energetica. Pochi riescono a comprendere quanto solo attraverso la meditazione in movimento di Sam Chian Po si possa superare questo scoglio.

L’invito che posso farvi è di colmare i deficit energetici attraverso lo sblocco delle articolazioni e dei ristagni di forza, rispettando l’alternanza continua di Im – Yang, nella quale il sistema Black Flag Wing Chun nasce e si sviluppa, per comprendere pienamente il flusso della forza che ci libera da desideri, bisogni e conflitti, in accordo con il Macrocosmo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi