fbpx

20 anni per studiare un sistema?!

Mi è capitato davvero tante volte di leggere critiche e polemiche al sistema di Leung Ting (WingTsun) in merito alla tempistica di apprendimento dello stesso. Alcuni parlano di 15, altri di ben 20 anni per completarlo. Completare un sistema significa solamente conoscerne tutti i movimenti, le forme e le applicazioni. Significa anche saper mettere in pratica il tutto? Non sempre, diciamocelo chiaramente.

Per molti “terminare il sistema” è un vero e proprio incubo. Ho ricevuto io stesso diverse richieste da parte di vecchi praticanti che mi hanno pregato di insegnare tutto il sistema…chi mi conosce lo sa che sono proprio contrario a questo mercimonio delle forme e dei movimenti (vi ricordate lo storico post sul ‘Signor G‘ o l’altro ‘Professionisti o venditori di fumo?‘?).

Non parliamo, poi, dei miti che sono stati costruiti intorno all’uomo di legno, al palo lungo ed ai coltelli a farfalla! Se ti fai una bella foto con questi attrezzi e la metti sul web, ecco lì che piovono le richieste per “completare il sistema”! Eppure conosco gente che ha messo queste foto pur non conoscendo niente di ciò che riguarda questi attrezzi!

Nell’era di internet, in sostanza, basta farsi qualche ora privata con qualche Signor G, due foto ed ecco lì che “dimostri di aver terminato il sistema”! Amen, con buona pace di tutti quelli che si spaccano la schiena per cercare di allenarsi seriamente! Il bello è che le forme “alte” (già, per alcuni ci sono anche altezze diverse per ogni forma…) vengono vendute a prezzi esorbitanti, anche se pare che i prezzi si siano abbassati parecchio negli ultimi tempi, forse da quanto ‘Qualcuno’ ha asserito pubblicamente di aver appreso le forme e le applicazioni in soli 3 giorni…senza dire di averle rivendute subito dopo – a cifre spropositate – a mezza Europa…

Bella la storia del coltelli, soprattutto, alla quale sarebbe da dedicare un post a se stante per quante ce ne sono da raccontare! Ma oggi non è il caso, voglio parlare del “sistema” in generale e di quanto sia il tempo per ‘finirlo’. In molte scuole di Wing Chun è noto come sia necessario essere uno studente avanzato per poter accedere agli insegnamenti delle armi e del manichino, eppure la ricerca storica indica invece come questo approccio sia spesso infondato e assolutamente controproducente per l’apprendimento dell’Arte.

Se, come abbiamo più volte detto, il Wing Chun era uno stile assolutamente avanzato all’interno del Tempio di Shaolin, dobbiamo dedurre che gli studenti che venivano accettati per essere addestrati non erano assolutamente principianti, ma possedevano un addestramento pregresso nelle altre Arti di Shaolin!

Nelle correnti originarie del Wing Chun (Chi Sim e Hung Fa Yi), le armi venivano insegnate non appena lo studente dimostrava le attitudini e le conoscenze basilari. Entrambi i sistemi si focalizzano su principi e concetti, che possono essere applicati indifferentemente nel lavoro a mani nude e in quello armato. Nel passato, quindi, i marzialisti che apprendevano il Wing Chun necessitavano di apprendere immediatamente le armi per la necessità di sopravvivere.

Apprendere le armi alla fine del sistema (in particolar modo dopo 20 anni di pratica) è una mistificazione commerciale del sistema, niente di più, niente di meno. Appena posso, io faccio prendere confidenza con il Luk Dim Poon Kwan ai miei ragazzi, proprio per permettere loro di abbraviare i tempi biblici di apprendimento che ci sono in Italia!
I principi contenuti nelle armi si applicano nella corretta esecuzione delle tecniche a mani nude, ergo, non insegnare le armi significa non padroneggiare, né conoscere, né poter divulgare correttamente i movimenti a mani nude, secondo me. Ecco dov’è la radice storica per la quale io inizio a sostenere la tesi di chi dice da tempo che il Wing Chun non si possa insegnare correttamente senza la conoscenza del sistema nella sua interezza. Non mi interessa che un insegnante mi dimostri di consocere la forma, cioè un insieme vuoto di movimenti, ma che mi dia le conoscenze di fondo dell’utilizzo di un dato attrezzo (manichino, coltelli e palo) o di una serie di tecniche, di principi o di concetti.

Ammetto, però, che questa paranoia che dei 20-30 anni per finire il sistema è nata in seno al LT system. In realtà bisognerebbe riuscire a convincere il mondo di quelli che si approcciano al Wing Chun che finire il sistema è solo l’inizio, non la fine del percorso come avviene in parecchie Scuole…

Si tratta dell’inizio, perché solo chi ha finito il sistema ha compreso i principi del Wing Chun nella loro totalità e può quindi cominciare ad allenarsi seriamente. Contemporaneamente ha la possibilità di iniziare alla pratica i principianti, poiché conosce i principi del sistema in maniera completa.
Finire il sistema è la conditio sine qua non per insegnare correttamente le cose, diciamocelo. Nella realtà il sistema dovrebbe essere terminabile con una pratica seria e costante in 5-6 o, al massimo, 7 anni, per poi passare alla pratica vera del sistema. Chiaro che con le 3 orette settimanali di allenamento i tempi si allunghino! Di sicuro, però, non saranno 20 anni!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi